Andrologia

Visite ed esami specialistici

La salute dell’apparato genitale maschile

L’andrologia studia la salute dell’apparato genitale maschile, con particolare riferimento alle disfunzioni dell’apparato riproduttore e urogenitale. L’uomo può trovare risposte non solo a problematiche specifiche (come disfunzioni erettili ed infertilità) ma anche a fare prevenzione, migliorando il suo stile di vita.

PRESTAZIONI E TRATTAMENTI ESEGUIBILI

  • visita specialistica andrologica
  • ecocolordoppler penieno
  • spermiogramma
  • spermiocoltura

QUANDO RIVOLGERTI ALL’ANDROLOGO  

NELL’INFANZIA:
  • quando i testicoli non sono in sede, ovvero nel sacco scortale ma ritenuti nell’addome
  • in caso di ernia inguinale
  • quando vi sia uno sviluppo sessuale troppo rapido rispetto all’età (pubertà precoce)
NELL’ADOLESCENZA:
  • quando lo sviluppo puberale (cioè le modificazioni corporeee che trasformano il ragazzo in un giovane adulto) non inizia o tende a ritardare
  • in caso siano presenti genitali troppo piccoli in rapporto all’età
  • quando è presente un’eccessiva crescita della mammella nel ragazzo durante la pubertà
  • quando siano presenti anomalie anatomiche del pene, come la difficoltà nello scorrimento della cute sul pene, curvature del pene, etc.
NELL’ETÀ ADULTA:
  • quando l’appetito sessuale sia carente
  • in caso di disfunzione erettile
  • quando manca l’eiaculazione o quando non si riesce a controllare il momento dell’eiaculazione durante il rapporto sessuale (eiaculazione precoce)
  • quando non si riesce ad avere figli (infertilità)
  • in caso di comparsa di dolore durante il rapporto sessuale a livello del pene o nella parte bassa dell’addome durante l’eiaculazione
  • quando sappiamo essere presente un varicocele, cioè una dilatazione varicosa delle vene al di sopra del testicolo
NELLA TERZA ETÀ:
  • dopo i cinquant’anni per prevenzione
  • quando il vigore sessuale inizia a diminuire e si manifestano deficit dell’erezione
  • in caso di comparsa di noduli, restringimenti, curvature a livello del pene che prima non erano presenti
  • quando siano presenti malattie prostatiche (come l’eccessiva crescita della ghiandola prostatica) o disturbi urinari come la necessità di urinare troppo spesso o con troppa urgenza)
  • dopo ogni trattamento chirurgico della prostata
  • in caso di presenza di malattie come il diabete, l’insufficienza renale, malattie cardiache, ipertensione, che possono incidere sulla funzionalità

PATOLOGIE MAGGIORMENTE TRATTATE DALL’ANGIOLOGO  

  • disfunzione erettile o impotenza
  • recurvatum penieno (IPP)
  • infertilità maschile o di coppia
  • eiaculazione precoce
  • calo del desiderio

TRATTAMENTI

TECNICHE D’IMPIANTO DI PROTESI PENIENA

Nella maggior parte dei casi l’impianto di una protesi peniena è indicato sia in caso di disfunzione erettile sia in caso di recurvatum penieno nei pazienti in cui le terapie a disposizione siano controindicate o abbiano provocato la comparsa di effetti collaterali importanti per il paziente.

L’intervento di posizionamento di protesi peniena viene eseguito durante una seduta operatoria della durata di una o al massimo due ore, in anestesia generale o spinale.

ONDE D’URTO 

Le onde d’urto extracorporee sono efficaci nella cura di due patologie peniene comuni: la disfunzione erettile e l’indurito penis plastica (IPP) poiché inducono la neovascolarizzazione dei tessuti, migliorano il flusso sanguigno e l’ossigenazione del pene, rigenerano il tessuto trattato.

Prenota un appuntamento

  • Per prenotare una visita o un esame specialistico per Andrologia, è sufficiente compilare senza impegno il seguente form indicando le preferenze di orario e i recapiti per essere ricontattati da un nostro operatore.

    *Campi Obbligatori

  • Informazioni di Contatto

  • Preferenze Telefonata Operatore

  • Note e Privacy

  • Si prega di inserire nel seguente riquadro eventuali note aggiuntive o indicazioni sulla prestazione che si desidera prenotare